Crocodile Trophy: inizia l’avventura

 

DSCF8201

E’ con estremo piacere che possiamo finalmente dire: si parte!

Due storie (anzi tre..) con due percorsi diversi ma che portano allo stesso obiettivo: la crocodile trophy, la gara più lunga, dura e avventurosa del mondo.

Storie che rappresentano una nuova sfida da vincere o sogni che si avverano: l’essenza di Athleia Sportlab è tutta qui.

Il nostro Staff ha infatti preparato gli unici tre italiani in gara: Giovanni Montini, Giordana Sordi ed Alessandro Bianchi Perugini.

foto 2

Per Giovanni la Crocodile rappresenta l’ennesima sfida da vincere. Lo sportivo varesino oltre al ciclismo, pratica la corsa, lo sci e l’alpinismo ed è abituato alle grandi imprese di durata e resistenza (tra le altre la “Marathon des Sables) sia a piedi che in biciletta.

Suoi molti servizi andati in onda su SkySport per la trasmissione Icarus: alla ricerca del limite.

Ecco il servizio andato in onda nel quale si racconta di come Giovanni e Giordana si stiano preparando alla Crocodile iniziando con la nostra analisi biomeccanica.

Il nostro tecnico, Giuliano Conconi, ha dato un grande aiuto ai due atleti per trovare la giusta posizione in sella per poter affrontare al meglio  questa impegnativa e spettacolare manifestazione fuoristrada composta da nove tappe per un totale di 855 km da percorrere con 15.300 m di dislivello.

Ma pochi sanno che già qualche mese prima, a settembre 2012 per la precisione, si presentava nel nostro Centro un ragazzo.

Ci racconta che ha un sogno nel cassetto: correre una gara in MTB durissima. La più dura forse. In Australia, 13 mesi dopo.

Ci chiede se possiamo fare qualcosa per aiutarlo a preparare questo evento.

Ale è un ragazzo con tanta passione ma con nessuna esperienza ad alti livelli. Tanta voglia di impegnarsi e di sacrificarsi ma non ha uno staff che lo può seguire.

Perfetto: la SUA sfida diventa immediatamente anche la NOSTRA.

E’ la prima volta che sentiamo parlare di questa gara. La Crocodile Trophy.

Iniziamo con un check up biomeccanico per metterlo in bici nella maniera corretta.

Un consulto con il nostro Staff e siamo pronti a proporgli la nostra ricetta per esaudire il suo sogno.

Iniziamo subito con le prime valutazioni ed il programma alimentare da seguire.

foto 3

Niente di complicato. Semplice, lineare e facile da seguire.

Poi partiamo con la prima tabella di allenamento, quella invernale per rinforzare la struttura fisica.

Ale lavora duro, a volte ha qualche problema fisico ma trova in noi sempre un supporto.

Arrivano temperature più miti. Iniziano le prime uscite all’aria aperta e le prime gare.

La programmazione atletica procede bene ed Ale continua a macinare kilometri su strada ed fuori strada.

In estate la tensione dell’avvicinamento all’evento comincia a farsi sentire ed Ale ha qualche problema fisico.

Noi ci siamo, non ti abbandoniamo.

I giorni passano e la data di partenza si avvicina.

Vengono ultimati gli ultimi particolari tra cui la divisa ufficiale che indosserà durante la gara.

Alessandro, Giovanni e Giordana si incontrano. Giovanni dispensa qualche consiglio al compagno al suo futuro compagno di avventura. Ci vediamo in Australia.

Poi una lunga discesa con un programma di scarico nell’ultimo mese.

Ci siamo, il giorno è arrivato.

Oggi 9 ottobre 2013, 13 mesi dopo averlo conosciuto, Alessandro è in partenza per l’Australia.

Il suo sogno è sempre più vicino, ma ora arriva la parte più difficile.

Nell’emisfero sud del pianeta porterà con se la moglie ed uno staff organizzativo che lo aiuterà negli spostamenti.

Noi seguiremo Alessandro, Giovanni e Giordana come abbiamo fatto dall’inizio.

foto 1

Potete farlo anche voi.

In bocca la lupo ragazzi.

https://www.facebook.com/AthleiaSportlab?ref=hl#!/alecrocodile

http://www.newsciclismo.com/index.php?option=com_content&view=category&id=56&Itemid=79

http://www3.varesenews.it/blog/alecrocodiletrophy/?author=3