Ecografia Muscolo-Scheletrica

In ambito sportivo: si usa l’ecografia per indagare sullo stato di tendini e muscoli, quindi per identificare patologie come infiammazioni (tendiniti) o degenerazioni (tendinosi) e lesioni muscolari (contratture, distrazioni, strappi). Nell’ottica di seguire l’atleta a 360°, Athleia offre la possibilità di effettuare la diagnostica strumentale ecografica muscolo scheletrica per la diagnosi e la valutazione funzionale dell’atleta e anche di chi non pratica sport ma è affetto da patologie croniche e/o traumatiche dell’apparato muscolo scheletrico. Questo tipo di analisi, inserito in un protocollo riabilitativo, permette di ottenere in tempi rapidi informazioni a fini diagnostici, valutativi e predittivi del recupero,  e per il monitoraggio delle lesioni da sport volto ad un rapido ritorno all’attività. E’ importante sottolineare inoltre che l’ecografia consente il monitoraggio delle patologie e della terapia (e nel caso degli sportivi risulta predittiva per il ritorno all’attività), grazie alla possibilità dell’esame statico e dinamico oltre che alla comparazione controlaterale (facilmente effettuabile grazie alla non invasività e alla mancanza di radiazioni ionizzanti). Patologie diagnosticate attraverso l’ecografia:

  • SPALLA: borsiti, tendinopatia cuffia rotatori, conflitti, tenosinovite del capo lungo, lesioni parziali e totali tendini
  • GOMITO: tendinopatie inserzionali, lesioni tendinee, borsiti
  • POLSO: Sindrome del tunnel carpale, cisti tendinee e adipose, tendinopatia e lesioni tendinee, tenosinovite
  • ANCA: pubalgia, borsiti, tendinopatie
  • COSCIA: lesioni mio tendinee, borsiti, tendinopatie inserzionali
  • GINOCCHIO: tendinopatie retto e rotuleo, legamenti collaterali, lesioni tendinee e muscolari, borsiti zampa d’oca e cisti di Baker, Osgood-Schlatter.
  • GAMBA: tendinopatie, lesioni muscolari, tendinopatie achillee, borsiti
  • CAVIGLIA – PIEDE: lesioni tendinee e legamentose, tendinopatie, fascite plantare, neurinomi (Morton).