Maratona delle Dolomiti

Maratona-dles-DolomitesIeri, domenica 30 giugno, si è svolta la Maratona delle Dolomiti, la gara ciclistica, classificata come granfondo, che si corre nella zona delle Dolomiti.

Si tiene solitamente la prima domenica di luglio di ogni anno ed è oggi la maggior manifestazione italiana di questo tipo.

Per il 2014 è prevista la 28^ edizione domenica 6 luglio e le iscrizioni potranno essere effettuate da fine settembre.

E’ possibile scegliere tra 3 percorsi:

  • 138 km – dislivello di 4190m
  • 106 km – dislivello di 3090m
  • 55km – dislivello 1780

L’edizione appena conclusa ha visto più di 9000 partecipanti al via in una atmosfera surreale, anche per gli abitanti del luogo.

Per un giorno, tre Province e due Regioni tutte d’accordo nel chiudere la strada alle macchine e lasciar parlare .. i pedali!

Ecco il ringraziamento del Presidente del Comitato organizzatore a tutti i partecipanti.

Leggete e sono sicuro che un pensierino per andare il prossimo 6 luglio sul Pordoi vi verrà…

“Anche quest’anno ci siamo divertiti assieme, alla Maratona. Il divertimento non è sempre e solo svago, ma spesso è proprio coinvolgimento, è esserci, con anima e corpo, prendere parte ad un evento che riteniamo importante, per noi e per il mondo che ci circonda. E dove c’è partecipazione, unità d’intenti, dove pensieri e azioni si succedono all’unisono, c’è anche armonia. E, perdonate la falsa modestia, mi sento di poter dire che quella della Maratona è vera armonia – tra di voi, tra di noi, con l’ambiente – non un aspetto di facciata.Per tanti di voi la Maratona è stata una gara dura, una giornata di fatiche inimmaginabili, innanzitutto una sfida con voi stessi, con la vostra voglia di dire basta. È stata dura per i primi e forse ancora di più per gli ultimi. Ma, credetemi, quello che è culminato nel grande evento di domenica 30 giugno è stato un periodo di grande lavoro anche per noi. I nostri volontari ce l’hanno messa tutta, proprio come voi. Avervi tutti qui al nostro fianco, i figli ad incitare i padri, i genitori ad assistere i più giovani, gli uni a pedalare, gli altri ad accompagnarli, parenti ed amici sulle strade a darci una mano, con impegno ed entusiasmo, è la nostra vittoria. Vedervi sorridere dopo le vostre fatiche, trasformare un giorno di fatica in un momento di Bellezza, be’, lasciate che ve lo dica, per noi della Maratona è la gioia più grande.Vorremmo poter dire giulan, grazie, ad ognuno di voi. Giulan per essere stati qui, ancora una volta. Giulan per averci dato la motivazione per organizzare questa fantastica corsa. Giulan anche per la vostra pazienza, per aver accettato le cose che non sono andate proprio come voi e noi prima di voi avremmo voluto.Rudyard Kipling diceva: “Va e cerca dietro le montagne. C’è qualcosa di smarrito dietro le montagne. È smarrito e ti aspetta. Vai!”. E cosa può esserci dietro la montagna? Ma c’è la vita, e la vita merita di essere vissuta tutta, fino in fondo, come una Maratona, perché è bella, perché è fatica, perché è un dono.”

michil costa