Pakistan Expedition 2015

Pakistan Expedition – 2015
Dott. Luigi Vanoni
Medico Chirurgo – Osteopatia – Master in Medicina di Montagna – s. a. FMSI

 E’ la seconda metà del mese di luglio dello scorso anno.

Mi trovo a 4200 mt al campo avanzato sul Monte Ararat in Turchia, per una spedizione scientifico/alpinistica, patrocinata dalla Sede Centrale del CAI e da alcune importanti Università italiane, quando ricevo una telefonata da Emanuele Nugara istruttore della Scuola Guido Della Torre. Emanuele, con il quale avevo avuto qualche contatto via e-mail nei mesi precedenti, mi vuole informare che lui ed altri alpinisti, gradirebbero discutere una mia eventuale collaborazione, in veste di medico di medicina di montagna, per una spedizione alpinistica in Pakistan, organizzata dalla Scuola stessa in occasione del quarantesimo anniversario della sua fondazione.
Da quella gradita telefonata e da altri indispensabili incontri conoscitivi è nato il nostro accordo di effettuare il periodo di preparazione, comprendente sia aspetti medici, sia aspetti atletici, in modo da permettere ai componenti del gruppo, di giungere nelle migliori condizioni possibili alla spedizione, che si terrà nel mese di agosto di quest’anno.

I componenti, capeggiati dal capo spedizione Walter Polidori, saranno suddivisi in due cordate, una “roccia” e una “ghiaccio”, con l’obiettivo di conquistare due cime inviolate, aridosso dei 6000 mt di quota, nel Karakorum.
Tre componenti della spedizione – Walter Polidori e Emanuele Nugara (CAI di Legnano), Matteo Filippini (CAI di Busto Arsizio) – hanno deciso di seguire il programma di preparazione condotto dal sottoscritto.
A metà dicembre u.s., anche grazie alla collaborazione fornita dal Fitness Center Top Gym di Carnago e dal Centro di Medicina dello Sport Athleia di Varese, si sono intraprese una serie di visite mediche, raccolta dati, esami strumentali e test atletici, atti a definire gli aspetti anamnestici, fisiologici e prestativi, aventi l’obiettivo di inquadrare le caratteristiche individuali, prima della preparazione vera e propria, iniziata puntualmente nel mese di gennaio.
Ora Walter, Emanuele e Matteo stanno svolgendo il primo macrociclo della preparazione – “costruzione e potenziamento” – mirato allo sviluppo delle qualità di base, cardiovascolari e muscolari, necessarie fondamenta per le successive fasi della preparazione.
Gli allenamenti attuali includono sedute di running mirate allo sviluppo della capacità e della potenza aerobica, sedute in palestra per le qualità muscolari, sedute indoor per gli aspetti tecnici/muscolari dell’arrampicata, nonché – condizioni meteo/nivologiche permettendo – uscite in ambiente di sci alpinismo e arrampicata su cascate di ghiaccio.
Ulteriore punto focale della preparazione è l’aspetto nutrizionale, inquadrato in prima battuta mediante la compilazione, da parte di ogni componente, del diario alimentare, a cui ha fatto seguito un incontro/seminario nel quale si è voluto porre le basi conoscitive per una corretta alimentazione.

Attraverso questo blog, nel corso dei prossimi sei mesi, si intende sia descrivere il cammino di preparazione che si concluderà con la spedizione di agosto, ma anche, attraverso una serie di brevi articoli, “toccare” alcuni importanti aspetti della medicina di montagna: i primi articoli saranno dedicati a “Alta Quota” e “Ipotermia”.

Arrivederci alla prossima puntata!

 

Fonte :  www.flickr.com
Fonte : www.flickr.com
Fonte :  www.flickr.com
Fonte : www.flickr.com
Fonte :  www.flickr.com
Fonte : www.flickr.com
Fonte :  www.flickr.com
Fonte : www.flickr.com