Nella mappa Google dei propositi per il nuovo anno tutti vogliono correre la maratona

 

E’ il regalo di Google per il suo vastissimo pubblico, miliardi di utenti ogni giorno. Ciascuno dei quali per l’anno appena cominciato si propone di cambiare qualcosa nella propria vita. Un nuovo amore, un nuovo lavoro, una nuova casa. Di solito si tratta di promesse solenni che durano l’arco di una settimana, un mese al massimo. E poi si dimenticano, salvo rispuntare immancabilmente alla fine del nuovo anno, e all’inizio di quello successivo. Ora, però, l’operazione grafico-tassonomica di Google consente di trasformare una frase da bacioperugina in un impegno preso dinanzi alla comunità globale di Internet.

L’iniziativa rientra in Zeitgest, che in tedesco vuol dire spirito del tempo, aggregatore di tendenze che sintetizza l’anno appena trascorso attraverso gli eventi più seguiti sulla Rete e i personaggi più cliccati nel popolare motore di ricerca. Quest’anno, oltre alle solite statistiche, c’è anche una mappa interattiva,  animata in modo semplice e vivace e di facilissimo accesso. Basta esprimere un proponimento per il 2013 e situarlo nel luogo di residenza. Quindi una macchia di colore appare nel globo terracqueo virato in blue.

Sono ancora relativamente pochi i post pubblicati  e nell’attesa di vedere online il proprio possono trascorrere fino a 48 ore. I pallini colorati lasciano insomma tanto spazio a milioni di altri desiderata. Tuttavia è già possibile azzardare una considerazione statistica. Nel catalogo dei proponimenti per il 2013 c’è la categoria dell’amore, della carriera, le buone azioni, l’economia. Eppure tra tutte prevale la salute, o per meglio dire il fitness. La stragrande maggioranza dei partecipanti al giochino dei propositi annuncia al mondo l’intenzione di iscriversi in palestra, smettere di fumare o bere, darsi allo sport. Parecchi vogliono cominciare a correre. Magari una maratona. Un anno cominciato di corsa può andare lontano.